AMMISSIONI ACTING LANGUAGES ACADEMY biennio 2014/2016

ACTING LANGUAGES ACADEMY

“Innamoratevi di quello che volete purché il vostro spirito sia sempre in uno stato di esaltazione cosi che la vita ordinaria che vi circonda abbia in voi del materiale esplosivo”
K.S. Stanislavskij

AMMISSIONI ALLA SELEZIONE

Invio del materiale entro il 14 Giugno
Sessione di selezione: dal 24 al 27 giugno 2014

Agevolazioni e riduzioni per iscrizioni all’Accademia entro il 10 Luglio

Con la curatela artistica di Irina Casali, riconosciuta all’insegnamento della Meisner Technique dal TRUE ACTING INSTITUTE | (St Petersburg, Florida – USA),
ACTING LANGUAGES ACADEMY
è la prima Accademia di Teatro e Cinema per Attori e Registi in Italia fondata sul Metodo Stanislavskij
con particolare riferimento alla “Meisner Technique”.

Prosegue la ricerca sul Metodo Stanislavskij
e le sue evoluzioni con insegnanti di diversi Paesi.
Durata biennale.
Rilascia diploma.

Insegnanti:
Irina Casali
Alessandro Zatta
Simone Lampis
Marta Velander
Sabine Uitz
Ginés Sánchez Sánchez La Nave
Valeria La Rocca
Marco Zontini

Ammissioni:
http://www.fabbricaesperienza.it/#!ammissioni-ala/ca7d

Acting Languages Academy:
http://www.fabbricaesperienza.it/#!accademia-teatro-milano/crft

Link  —  Pubblicato: maggio 27, 2014 in Uncategorized
Tag:

 

APERTE ISCRIZIONI TEATRO 1° e 2° anno

Sono aperte le iscrizioni per l’anno 2014/15 



Durante il primo anno l’allievo è accompagnato alla scoperta delle sue potenzialità espressive, ri-contattando,emozioni, sensazioni, percezioni, il proprio mondo interiore attraverso il corpo, il contatto col partner e il gruppo.

Le fondamenta metodologiche partono dal lavoro dell’attore su se stesso, radicando l’attore nella verità sulla scena.
Il percorso prevede Fondamenta dell’Attore, Training Psicofisico, Elementi di Acrobatica, Contact Improvisation e Voce.
Alla fine dell’anno gli allievi condividono il processo di studio con un pubblico nel “Teatro Renzo Casali”

MAGGIORI INFO:
http://www.fabbricaesperienza.it/#!corso-teatro-attore-i-livello/c1fmp

Il secondo anno si focalizza sul lavoro di Messa in scena, a partire dall’analisi di un testo, scelto tra i capolavori del teatro.
Il lavoro di creazione affronta:
Linee d’azione e linea del Testo, Arco di trasformazione del Personaggio,Ritmo,
Lavoro d’Ensamble.

MAGGIORI INFO:
http://www.fabbricaesperienza.it/#!corso-teatro-attore-ii-livello/cw44

FE FABBRICA ESPERIENZA
Teatro | Accademia | Scuola
Centro Internazionale di Ricerca Formazione e Creazione Artistica

via Brioschi, 60
20141 Milano – Italy
tel ++39.02.78.62.44.38
fe@fabbricaesperienza.it
www.fabbricaesperienza.it

Link  —  Pubblicato: maggio 27, 2014 in Uncategorized
Tag:

Walking on Oedipus

Image
– Studio sull’Edipo Re di Sofocle-

Regia e IdeAzione:
Alessandro Zatta 

Attori:
Angelo Gioia, Adele Piras,Gianluca Gustamacchia, Federica Spigarolo, Fulvio Sava, Luisa Vernelli, Davide Baro, Gabriele Natale

Light Design:
Alessandro Zatta

” Spesso ci si imbatte nel proprio destino sulla strada presa per evitarlo “

Confrontarsi col proprio destino, accettarlo ed accettare la realtà celata in se stessi, scoprire la propria identità, sono le caratteristiche di quest’opera quanto mai antica e al medesimo tempo moderna.

La figura di Edipo viene attraversata dagli attori in un susseguirsi di domande senza risposta.

Edipo è simbolo dell’essere umano e allo stesso tempo eroe maledetto.

Edipo vuole conoscere, Edipo vuole sapere, Edipo vuole vedere fino in fondo.

” Qual’è il mio destino?
Quale prezzo per la ricerca della mia verità ?
Edipo Me? Edipo Tutti? “

Image

Edipo lo si scompone , lo si frammenta in una figura dalle molteplici sfaccettature, viene ripercorsa la sua storia come storia di tutti.

Il pubblico viene chiamato a essere testimone, accompagnato per le varie tappe della storia di Edipo , dove sente, ascolta, intravede e partecipa attraverso i sensi al dramma di Sofocle come dramma dell’uomo contemporaneo.

Come nella versione Pasoliniana la vicenda di Edipo quindi diviene emblema della condizione umana occidentale, di una vita resa cieca dalla volontà di non sapere ciò che si è, di ignorare la propria verità.

Lasciamoci con un dubbio che tutti noi siamo solo dei piccoli ” Edipo” spaventati e che forse sarebbe meglio continuare a giocare con gli indovinelli della sfinge.

Ingresso 10 euro
Prenotazioni presso Teatro della Memoria
info@teatrodellamemoria.it 

“L’esperienza non è ciò che accade ad un uomo, ma è ciò che un uomo fa con ciò che gli accade.”


Dalla mimesi al personaggio,
dal training alla scena.

Flow in Action, Flusso in Azione, è un lavoro dedicato a performer, attori, registi che segue come campo di lavoro i principi del Flow individuati da Mihaly Csikszentmihalyi.

Il lavoro sarà continuativo,per permettere ad ogni partecipante di trovare la giusta qualità nella sua ricerca.Il lavoro dell’attore spesso rimane in una zona sospesa, dove il Training diventa punto fondante, ma non lascia spazio per cogliere le sue applicazioni all’interno della drammaturgia della scena e della preparazione del personaggio.

Il seminario si concentrerà sui ponti e le congiunture che esistono dal training alla realtà scenica.

Ogni attore è un creatore, ma per essere creatori attivi bisogna conoscere il panorama in cui ci si muove.

Il lavoro sarà finalizzato in un Rendering (montaggio scenico delle Action Proposition preparate dai performer in una struttura drammaturgica e scenica)

“Often we feel a sense of transcendence, as if the
boundaries of the self had been expanded. The sailor
feels at one with the wind, the boat, and the sea; the
singer feels a mysterious sense of universal
harmony. In those moments the awareness of time
disappears, and hours seem to flash by without our
noticing.
This state of consciousness… comes as close as
anything can to what we call happiness…
That is flow.”
Mihaly Csikszentmihalyi

“Tensione estrema, a tal punto che ti preoccupi esclusivamente di ascoltare, provare, piuttosto che di comprendere attraverso una percezione puramente intellettuale”

“Tutti i momenti felici del teatro sono per me, momenti in cui, vuoto di me stesso, ascolto, sento, ricevo, subisco, in una specie di ignoranza corporale.”

Programma:

Mimesi:
-Concetti base e introduzione alla mimesi
-esercizi mimetici all’aperto
-dalla mimesi al personaggio
-azione mimetica e suo sviluppo

Training fisico:
-Riscaldamento e Potenziamento fisico
-Lavoro coi bastoni
-Dinamica e stati di Energia nel training
-Ascolto attivo
-Composizione dello Spazio
-Sfere d’Attenzione
-Partitura Vocale,Fisica,Interiore

Lavoro sul Personaggio:

-L’azione invisibile
-Partitura fisica
-Azione/Reazione
-Improvvisazione

Training Vocale:

-Il corpo/voce
-Esercizi ritmici
-Lavoro sull’ascolto e percezione in singolo e in gruppo
-Dinamiche parola-movimento.
-Tecniche di respirazione e di emissione vocale, registri e timbrica localizzata: ‘risuonatori fisici’.
-Vocalizzi, dinamica e agogica, canti di ‘lavoro’.
-Rapporto canto-movimento, rapporto parola-tecniche di allenamento fisico.

Canto:

-Brani di diverse matrici culturali e musicali utili alla pratica di lavoro fisico e di gruppo
-Canto e spazio nella dinamica di gruppo.

Sulle azioni fisiche:

-Composizione e drammaturgia dell’attore.
-Montaggio e drammaturgia di gruppo, livelli di attenzione e di percezione.
– Lavoro in successione: dai singoli esercizi alla composizione, improvvisazione e all’uso dinamico dello spazio.
-Drammaturgia Spaziale

REQUISITI:Tutti i partecipanti devono portare un pezzo a memoria che parli a discrezione del mondo dell’onirico,il sogno.
Il sogno come punto a cui tendere, legame col divino
Il sogno come perdita della realtà
Il sogno come realtà intima
Il sogno come sogno mancato , disilluso
Il sogno come tuffo nella coscienza
Il sogno come evasione
Il sogno come speranza
Il sogno come realtà del cuore
Il sogno come conflitto tra pensare e sentire
il sogno come estasi
Il sogno come spleen

Sono richiesti:Abiti di lavoro comodi e ricambio, Vestito elegante e un vestito povero, 3 oggetti di uso quotidiano.

Il seminario sarà condotto da Alessandro Zatta

Regista,insegnante e attore teatrale si forma negli anni con maestri del teatro e del teatro-danza come :Claudio Orlandini,Gisella Burinato, Raul Iaìza (Regulam contra Regulam Teatro) , ,Roberto Lalli (metodo Meisner) Luca Stetur, Luca Serrani , Angelini Isadora,Felice Picco (Maschera neutra ed espressiva), Sabino Tamborra (Teatro danza), Laura Banfi (Danza contact), Iben Neigel Rausmussen( Odin Teatret),Tran Quang Hai(Canto armonico),Roberta Secchi, Simone Lampis (Teatro la Madrugada)

Fondatore e Regista del Gruppo di Ricerca Salti Teatrali.

Il gruppo Salti Teatrali produce:
-Con i Piedi Davanti-Vincitore Festival Teatro Underground,Festival JTE- Jeune Theatre Europeen–(B)East-A Pulp Vaudeville-Teatro Espace –Torino-
-Art(E)#01-Bombo Festival di Valencia-(Spagna).

Quando :

20-21-22 Aprile 2012

Dove:

Presso Ala-Comuna Baires
via Parenzo 7 – Milano

Orari:

Venerdì
19.00-23.00

Sabato
10.00- 20.00

Domenica
10.00-16.00

Costo:

60 euro a partecipante

Per partecipare è necessario scrivere a
saltiteatrali@gmail.com
info@comunabaires.it

o telefonare al
333/6765506

TENTAT(V)IVO #3

Pubblicato: febbraio 26, 2012 in Uncategorized

PROVA APERTA (QUASI SPALANCATA) DI:

NOI NON SAPPIAMO COS’È..
TENTAT(V)IVO DI SOPRAVVIVENZA #3

presso
ALA-Comuna Baires
Martedì 6 Marzo
Ore 21.00

di Salti Teatrali-Piattaforma dell’arte Visiv@ e eVisonari@


In una cameretta giocavamo sotto le lenzuola. Fuori il mondo bussava alla porta.
In cameretta abbiamo continuato a giocare sopra le lenzuola.
Nella cameretta è arrivato un ufficiale giudiziario.
Potrei essere io….potresti essere tu…non lo sappiamo.
Per una volta o due non vogliamo sapere cosa accadrà..cerchiamo di non sapere…purtroppo è così difficile perdersi…

Ingresso riservato a 25 persone, prenotazione obbligatoria a info@comunabaires.it
oppure a
saltiteatrali@gmail.com

“Se vuoi conoscermi, vieni a vivere con me”
Julian Beck

INGRESSO GRATUITO

N.b PER PARTECIPARE ALLE ATTIVITÀ E AGLI EVENTI DI ALA – COMUNA BAIRES È NECESSARIO ESSERE IN POSSESSO DELLA TESSERA ASSOCIATIVA.
IL TESSERAMENTO NON PUÒ ESSERE EFFETTUATO AL MOMENTO DELL’INGRESSO MA LA RELATIVA DOMANDA VA INOLTRATA ALMENO 48 ORE PRIMA.
La TESSERA E’ GRATUITA!

Immagine

3 e 4 Marzo 2012
L’invidia degli Dei
La stirpe di Laio nell’opera di Sofocle
Regula Contra Regulam Teatro: drammaturgie clandestine tra training e lavoro creativo
con Raul Iaiza dell’Odin Teatret

Regula contra Regulam è un programma di lavoro che si concentra sul rapporto diretto o indiretto tra training e messa in scena, soprattutto in rapporto ai ‘classici’ o comunque ai testi apparentemente distanti dal concetto di “allenamento”, come concezione teatrale.

“Regula contra regula e in particolare la Fuga di Training sono come una archeologia vivente,una sorta di archeologia necessaria..”
Eugenio Barba

Raùl Iaiza

-Regista pedagogo del progetto Regula Contra Regulam, in coproduzione tra il Grotowski Institute, Wroclaw (Polonia), dal 2007 a oggi. www.grotcenter.art.pl
-Assistente alla regia di Eugenio Barba nel OdinTeatret, Holstebro (Dinamarca), dal 2001 a oggi.www.odinteatret.dk
-Coordinatore Artistico Nazionale del Progetto Mus-e Italia Onlus, affiliato alla Fondazione Yehudi Menuhin, Bruxelles, dal 1999 a oggi.www.mus-e.it
Programma di lavoro

Training fisico 
Plastica, Esercizi di dinamica-impulso-relazione,Ritmica corporea, Pre-acrobatica ed esercizi di grammatica corporea,Acrobatiche d’Attore 
Training Vocale
Tecniche di respirazione e di emissione vocale, Ortofonetica, accenti e sillabazione, dinamiche parola-movimento, Vocalizzi, dinamica e agogica, canti ‘da lavoro’
Canto
Canto monodico e canto corale, armonizzazione a tre e a quattro parti, Tecniche di Kironomia, Intonazione e dinamica della ottave, tecniche di trasporto e modulazione, Canto e spazio nella dinamica di gruppo
Sulle azioni fisiche
Composizione e drammaturgia dell’attore, Montaggio e drammaturgia di gruppo, livelli di attenzione e di percezione, Lavoro-in-successione: dai singoli esercizi alla composizione, improvvisazione e all’uso dinamico dello spazi.
Requisiti
-Vestiti da lavoro comodi, per lavoro fisico intenso (ricambi di magliette).
-Ginocchiere da pallavolo.
-Ogni attore dovrà dominare a memoria: una poesia in Volgare(Duecento/Trecento italiano), ovvero un Sonetto, Canzone o Ballata; una poesia d’autore contemporaneo (italiana o tradotta), della durata media di un sonetto; un frammento tratto dalla trilogia di Sofocle (Edipo Re, Edipo a Colono, Antigone).
-Ogni attore dovrà portarsi un costume elegante, completo di scarpe.

N.B Il seminario si svolgerà a numero chiuso e prevede un max di 15 partecipanti

Dove:
Presso Coperte Strette
Viale Isonzo 8, 20135 Milano
MM3 Lodi , Bus 92 e 93
Vicinanze Porta Romana

INFO E PRENOTAZIONI:
Info@copertestrette.com
Saltiteatrali@gmail.com
Tel. 02/55 19 9977

Immagine 

L’Attore Totale – La verità della scena-

18 e 19 Febbraio 2012 Seminario con Gisella Burinato

L’Attore Totale – La verità della scena –

Siamo orgogliosi di collaborare con Gisella Burinato.
Gisella condivide con noi la sua esperienza attraverso seminari intensivi sul lavoro dell’Attore. 
I suoi seminari sono aperti a tutti, attori professionisti,e non professionisti
ma affascinati dal mestiere dell’Attore.

L’atto di esporre la vita alla luce “qualunque essa sia “ lo fa l’ATTORE, e questo spesso provoca vergogna , paura, giudizio, censure.
L’ATTORE deve imparare a vivere la sua “verità” in un mondo finto (palcoscenico, macchina da presa, luci, costumi, persone che lavorano attorno a lui/lei ecc…ecc…).

L’ATTORE, interpretando un personaggio, rappresenta ciò che di solito l’essere umano non fa vedere: 
i propri sentimenti, le proprie emozioni, odi, rabbie, dolori, gioie, desideri, passioni.

L’obiettivo di questo seminario è di portare la persona in quanto ATTORE ad avere più conoscenza di se stesso e dei propri limiti, per potere andare oltre.

Requisiti:
Chi partecipa al seminario dovrà portare dei vestiti comodi e una scena preparata su uno dei testi che verranno inviati via mail su richiesta.

Si possono usare: oggetti,costumi,musiche e tutto quello che si ritiene essere necessario al lavoro scenico e alle sue finalità espressive .
La scena deve essere studiata e ripetibile nella sua struttura e partitura.

Quando:

Inizio lavoro Sabato ore 10.00 termine 19.00.
Domenica inizio ore 10.00 termine ore 17.00. 

Dove: 
Presso Coperte Strette
Viale Isonzo 8, 20135 Milano
MM3 Lodi , Bus 92 e 93
Vicinanze Porta Romana

INFO E PRENOTAZIONI:
info@copertestrette.com
saltiteatrali@gmail.com
Tel. 02/55 19 9977 

N.B il seminario si svolgerà a numero chiuso e prevede un massimo di 15 partecipanti

Gisella Burinato

Dopo aver frequentato la Scuola di Cinema di Milano, nonché la Scuola del Piccolo Teatro, segue numerosi corsi di cura della fonetica e della dizione e stage dei più noti esponenti americani e russi, Susan Strasberg, Dominic de Fazio , Susan Batson. 
Debutta inizialmente a teatro,diretta da grandi nomi del nostro palcoscenico: Strheler, Baseggio, Enriquez e Fersen, Bellocchio il quale la porterà a conoscere il cinema.
Esordirà infatti nel suo Nel nome del padre (1972), Lou Castel e Renato Scarpa, successivamente la Burinato lavorerà come caratterista e in ruoli di secondo piano nel provocatorio Sbatti il mostro in prima pagina (1972),straordinaria interprete di Mascia nel televisivo Il gabbiano con Laura Betti Pamela Villoresi, Remo Girone, Giulio Brogi (1977), nel fantascientifico Salto nel vuoto interpreta Anna (1980, con Michel Piccoli e Anouk Aimè),Michele Placido, nel documentario
breve Vacanze in Val Trebbia con lo stesso Marco Bellocchio e il loro bambino PierGiorgio (1981) La balia(1999), con suo figlio Pier Giorgio ,Fabrizio Bentivoglio, Valeria Bruni , Tedeschi e Maya Sansa.
Ma non solo: nella sua carriera c’è anche spazio per la televisione con le fiction La brace dei Biassoli (1975) e Rosaura alle 10 (1981) e i telefilm Delitto Paternò (1978), L’enigma delle due sorelle (1980) e Gelosia (1980).
E non vanno certo dimenticate le pellicole Io sono mia (1977) con Stefania Sandrelli, Michele Placido Verso sera (1990, con Marcello Mastroianni) e Domani (2001, con Paolo Taviani) di Francesca Archibugi.E poi tante miniserie: da Non ho l’età (2001) e il suo sequel a Sospetti (2002), da Diritto di difesa (2004) alle
fiction di Maurizio Zaccaro come Al di là delle frontiere(2004) e Mafalda di Savoia (2006), facendosi interprete particolarmente presente anche nei film di Amedeo Fago e Gabriele Muccino.
In questo momento è una delle protagoniste dei film Riparo di Puccioni, e in uscita Non pensarci con Valerio Mastrandrea di Zanassi.
Inoltre la vediamo tutti i giorni su rai due in Piloti sit-com con Tortora e Bertolino.